Così Google Places non esiste più… Tutti su Google Plus Local!

Così Google Places non esiste più… Tutti su Google Plus Local!

Da quando Google + e le pagine aziendali di Google + sono state introdotte, poco meno di un anno fa, molte persone nel campo della ricerca locale hanno iniziato ad immaginare il giorno in cui Google Places, sarebbe stato fuso con Google Plus. Ecco, oggi è arrivato quel giorno.

A partire da ieri i luoghi di Google Places sono stati interamente sostituiti dai nuovi Google + Local. Le pagine che sono state convertite, ammontano a circa 80 milioni. Un cambiamento drastico che rende sicuramente più interessante il Social Network di Mountain View.

Ecco una lista di cosa è cambiato (e cosa sta cambiando):

  • La sostituzione con le nuove pagine di Google Local + (come già detto) per le pagine Google Places;
  • La comparsa di una scheda “Local” all’interno di Google +;
  • L’integrazione e la libera disponibilità di recensioni Zagat (in Italia da Pagine Gialle);
  • L’integrazione di Google Local + in tutti i servizi di proprietà di Google (ricerca, mappe, mobile);
  • L’integrazione di un filtro che cerchi di trovare commenti / suggerimenti da parte di amici / parenti / colleghi (integrazione futura con “Search, plus Your World”?);

Ecco di seguito una SERP di esempio per “hamburger vicino a Seattle.” L’immagine in alto riflette l’aspetto dei ‘vecchi’ Places. La seconda è invece la nuova e più dinamica visualizzazione “Social”:

Vecchia Grafica Google Places

Google Places vecchia visualizzazione

Nuovo layout Google + Local

Google Local Plus

Una migliore esperienza, tanti punti di accesso

Gli utenti saranno in grado di trovare le nuove pagine di Google+ Local pages in vari modi: attraverso una ricerca su Google.it o su Google Maps, nelle apps per mobile o tramite una ricerca su Google+. L’immagine sottostante raffigura un esempio di risultato di ricerca all’interno di Google+:

 

Google + Local Page

Davvero interessante la possibilità di ordinare e filtrare i risultati di ricerca secondo diversi criteri, compreso “le tue cerchie”. Usufruendo di questa funzione, l’utente potrà guardare solo i posti dove gli amici hanno “toccato con mano” (attualmente, non riesco a vedere questa opzione sul mio profilo in Italia). In un futuro prossimo avremo probabilmente anche la possibilità di effettuare il check-in nelle varie pagine.

Your Circles in inglese Google local plus

Di seguito troverai due immagini comparative di una pagina Places/+ Local “prima” e “dopo”  l’introduzione di questa novità relative ad un ristorante a Washington DC, “Mio.”:

Prima

Pagina Google Places prima

Dopo

Pagina Google + local Places dopo

Le pagine di Google+ Local sono visivamente, molto più interessanti.

Le pagine di Google+ Local saranno indicizzate!

La conversione delle pagine di Places in Google + local, verrà effettuata indipendentemente dal fatto che i luoghi siano stati rivendicati dai proprietari delle imprese o meno. Tuttavia dal punto di vista del back-end non cambia (nel breve periodo) nulla per i commercianti.

Come sostiene lo stesso Google:

Se sei un imprenditore, è continuerai a gestire le informazioni in Google Places for Business. Sarai ancora in grado di verificare i dati,eseguire aggiornamenti e rispondere alle recensioni. Per coloro i quali utilizzano AdWordsExpress, i tuoi annunci continueranno a funzionare normalmente, ed i visitatori verranno reindirizzati automaticamente sulla pagina da te specificata o sulla nuova pagina.

Nonostante questa calma apparente, gli imprenditori sono stati gettati nella mischia “sociale”, con una maggiore possibilità di interazione con potenziali clienti.

Chi riuscirà a capire il potenziale di Google Plus per il local search, sarà ricompensato. Conterà molto l’ottimizzazione SEO.

In particolare, a differenza di Google Places, queste nuove Pagine locali su Google Plus saranno indicizzati dal motore di ricerca.

È stato chiesto se c’è la possibilità di gestire più località in una singola pagina. Google ha risposto che non ci sono novità in tal senso allo stato attuale delle cose, ma l’obiettivo finale è questo:

La priorità assoluta sarà la realizzazione di una singola pagina attraverso la quale le aziende potranno gestire la propria presenza online, e ci impegniamo a garantire agli imprenditori chiarezza nel modo in cui il loro business sarà rappresentato su Google, tramite Google +.

In conclusione

Questi sono i cambiamenti più importanti di Google dal punto di vista della local Search, novità da tenere in considerazione per consumatori, aziende e web marketers.

I miglioramenti sono tanti:

  • La grafica in primis, le aziende avranno a disposizione una “Vetrina Virutale” molto più bella, dal punto di vista estetico;
  • Google Plus potrebbe ottenere un maggiore appeal (per me l’ha già acquisito con questa novità);
  • Dal punto di vista SEO bisogna cominciare a ragionarci su ed inserirlo nelle nostre strategie di marketing;
  • Su Google plus ci saranno aziende che non sono iscritte al social network (importate da Google Places);

Tu cosa ne pensi? Vuoi avere maggiori informazioni sull’argomento? Lascia un commento con la tua domanda e condividi sui social network.

Inoltre puoi vedere uno dei due video sottostanti o leggere l’articolo orginale dal quale è partito questo mio post qui.

4 Comments

  1. ciao, ma che tu sappia è possibile indicare più ‘punti’? per esempio ne lcaso di una linea cosmetica che ha i suoi prodotti in diversi punti vendita, farmacia, erboristeria e punti bio… non è possibile indicare i vari punti ?

    Reply
    • Ciao Nicola, attualmente non credo sia possibile. Si può solamente indicare qual è la sede principale dell’azienda. Forse sarà uno degli sviluppi futuri… In ogni caso, mi informerò meglio e ti farò sapere in caso contrario rispondendo al tuo commento!

      Reply
  2. complimenti, finalmente un post serio, attendibile e completo su questo argomento, interessante quanto necessario per chi svolge servizi seo per i clienti.
    resto sempre dubbioso sui “metodi” che G usa per alcune determinazioni, come ad esempio la risuluta mancanza di pubbliczione di alcuni Places di clienti, benchè assolutamente presenti localmente (roba a 100 metri dal geomapping) e ben posizionati nelle serp
    speriamo che questo nuovo (non certo ultimo…) upgrade sia piu’ preciso e attendibile del precedente, sul quale, ripeto, nutrivo e continuo a nutrire forti riserve….e non solo in chiave SEO..

    Reply
    • Grazie Marco per i complimenti.
      Sono d’accordo con te per quanto riguarda il “vecchio” places. Anche se molto utile per il posizionamento e la presenza locale, lo ho sempre considerato una versione “Beta”.
      Speriamo che questo aggiornamento risolva la serie di Bug presenti e disfunzioni presenti fin’ora!

      Reply

Trackbacks/Pingbacks

  1. La fine di Google Places – Arriva Google Plus Local! | SEO SPecialist - [...] on pasqualegangemi.com Share this:TwitterFacebookLike this:Mi piaceBe the first to like this [...]
  2. La fine di Google Places - Arriva Google Plus Local! | Hotel Revenue e Social Media - PIergentili | Scoop.it - [...] pasqualegangemi.com - Today, 8:59 AM [...]
  3. Recensione Libro: SEO e SEM Guida avanzata al Web Marketing - [...] Google Local Search [...]

Rispondi